Legionella: sintomi e trasmissione

La legionella è un batterio presente nell’acqua e che si diffonde soprattutto attraverso aria condizionata, docce.

Il contagio avviene soprattutto per inalazione e i focolai frequenti sono in piscine, tubature, vasche idromassaggio soprattutto se presenti in luoghi particolarmente affollati come piscine, hotel, ospedali. La legionella provoca due tipologie di patologie: la febbre di Pontiac e la malattia dei legionari, proprio per questo i sintomi legionella possono essere diversi.

Legionella, i sintomi della malattia dei legionari

Si tratta della forma più frequente di legionellosi, ecco perché viene trattata per prima.

È conosciuta anche con il nome di polmonite dei legionari.

In caso di legionella i sintomi possono essere di maggiore o minore gravità anche in base alle condizioni del paziente, infatti, in una persona immunodepressa i sintomi possono essere tali da portare anche alla morte.

Nella maggior parte dei casi il paziente avverte una tosse di modesta entità e senza produzione eccessiva di catarro, in alcuni casi però possono esservi anche piccole perdite di sangue. La tosse può essere accompagnata da febbre, ma solitamente la stessa non è alta, solo in rari casi può arrivare a 40°C. Fin dai primi giorni di contagio è possibile notare una perdita di appetito, mal di testa, stanchezza, respiro affannato.

Con il passare dei giorni è possibile notare dolore addominale, nausea, vomito e diarrea.

Legionella e sintomi della febbre di Pontiac

legionella-sintomiPiù rara è la febbre di Pontiac, in questo caso non vi sono i sintomi tipici della polmonite, cioè non si sviluppa la tosse, ma il paziente avverte malessere generale, stanchezza, dolori muscolari e ovviamente nella maggior parte dei casi è presente la febbre. Altri sintomi sono del tutto simili a quelli visti per la malattia dei legionari, quindi è presente nausea, dolori addominali e diarrea.

Sintomi legionella: cosa fare

In entrambi i casi, in presenza di legionella e dei sintomi sopracitati è bene rivolgersi al medico già alle prime avvisaglie di malessere. Il dottore procederà alla diagnosi attraverso test specifici per individuare la presenza del batterio e alla prescrizione di antibiotici.

Rivolgersi al medico è importante perché per le persone immunodepresse l’indice di mortalità è circa dell’80%, inoltre è possibile la diffusione del batterio fino a colpire organi diversi dai polmoni. La legionella, infatti, può raggiungere il cuore e provocare miocardite o pericardite, inoltre possono essere colpiti anche il fegato, i reni e la milza.

Deve, infine, essere sottolineato che la legionella si trasmette più facilmente in persone di sesso maschile, che fan151no abuso di alcool e fumo o che usano farmaci come i cortisonici.

 

Fonte articolo http://disinfestazioni-roma.it/blog/213-legionella-sintomi-diffusione-batterio

 

Posted in Servizi.