La lettura Carte Napoletane è una metodica di antica memoria

L’antica origine delle carte napoletane

Le carte napoletane sono carte da gioco che esistevano già in tempi antichissimi, tanto che la loro collocazione è molto ardua.
Ancora oggi non si riesce a comprendere la loro provenienza ma quello di cui si è sicuri, è che un mazzo di carte napoletane non è mai mancato nelle case degli abitanti della cittadina partenopea.
La lettura delle carte napoletane si può collocare in un’epoca neanche troppo lontana dalla nostra.
Si tratta di quei tempi quando imperversava una guerra feroce che mieteva tantissime vittime e non essendoci i mezzi di comunicazione come quelli odierni, molte donne rimanevano con l’atroce dubbio di aver perduto per sempre i loro familiari che non davano notizie da tempo.
Nei vicoletti del capoluogo campano si narra di una vecchia nave che di ritorno dall’Egitto, approdò nel porto di Napoli e i marinai portarono in dono alle donne del posto dei tarocchi raccontando che li avevano conosciuti in quella terra misteriosa.
Il fascino di quelle carte si fece subito sentire e dalle prime spiegazioni che le popolane riuscirono ad ottenere, si cominciò a capire che tramite quelle carte si poteva venire a conoscenza di importanti notizie.
Il fatto di non avere una valida spiegazione di come si usassero i tarocchi, spinse le donna napoletane ad escogitare un mezzo più semplice per venire a conoscenza del futuro.

La voglia di conoscere le sorti degli amati

Le donne napoletane avevano una voglia fortissima di conoscere le sorti dei loro amati che non sentivano da tempo ma le spiegazioni che avevano ricevuto dai marinai di ritorno dall’Egitto erano davvero scarse e frammentarie tant’è vero che si industriarono per imparare a leggere il mazzo di carte nostrane.
Da qui nacque la lettura delle carte napoletane che negli anni è stata rivisitata e studiata a fondo.
Quelle umili massaie si chiudevano nei loro bassi dicendo che’tenevan che fà (avevano da fare)’ e cominciarono a sintetizzare l’arte divinatoria sulle 40 carte che avevano a disposizione.
Il risultato fu sorprendente tanto è vero che le prime interpretazioni riscossero enorme successo.
Oggi, la lettura delle carte napoletane si pratica sempre più spesso e sono tantissimi i cartomanti che si avvalgono solo di questo mezzo di interpretazione per aiutare i consultanti che vogliono un responso preciso e chiaro.
Il metodo è più sintetico ma non per questo meno attendibile dei tarocchi o delle sibille, infatti, i semi hanno le stesso significato dei tarocchi tradizionali.

I vari metodi di lettura

Ci sono vari metodi di lettura delle carte napoletane e le 40 carte si basano sul significato dei semi.
Ogni seme possiede 10 elementi ossia bastone, coppe, spade e denari.
I semi di bastoni comprendono le cose materiali ed indicano le persone che possono aiutarci nelle situazioni spiacevoli che la vita ci pone di fronte.
I semi di coppe riguardano principalmente i sentimenti e gli affetti e danno la possibilità di capire quali persone si incontreranno nel corso della vita e se avverrà un’unione.
I semi di denari trattano l’ambito economico ed il lavoro e danno agio di comprendere se ci sarà un cambiamento di lavoro o delle migliorie in ambito professionale.
I semi di spade stanno ad indicare tutte le difficoltà che si incontrano nel proprio percorso di vita e ci dicono che tutto quello di cui abbiamo bisogno dobbiamo sudarcelo.

Chi desidera una lettura meticolosa e professionale delle carte napoletane può avvalersi dei numerosi cartomanti presenti sul sito lettura carte 24.

Sono disponibili anche altri servizi come la lettura delle carte siciliane o la lettura delle carte da briscola.

Posted in Servizi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *