L’affidabilità dei prestiti online

Come funzionano i prestiti tra privati

Chi è alla ricerca di un buon finanziamento e non ha intenzione di affidarsi a scomode banche può trovare un metodo adatto alle sue esigenze. Stiamo parlando della formula relativa ai prestiti tra privati. Scopriamo insieme cosa sono e da cosa è determinato il loro funzionamento.

In generale, un prestito tra privati non è altro che una semplice forma di finanziamento, che si concretizza mediante la ricezione di una cifra in denaro tramite un canale che non ha nulla a che fare con una banca. I privati cittadini sono i protagonisti assoluti di questa formula. Ovviamente, bisogna prestare la massima attenzione alla persona con la quale si decide di stipulare un contratto di questo genere. Un giusto mix tra affidabilità e convenienza può giocare un ruolo fondamentale in questo senso. È possibile attuare un prestito online tra amici o parenti, o anche chiedere aiuto a società di intermediazione capaci di rendere molto più semplice la trattativa tra le varie parti in causa. 

Al giorno d’oggi, l’Italia è ancora un po’ indietro nel settore dell’intermediazione applicata ai prestiti tra privati. Poche sono le società che agiscono al fine di rendere le contrattazioni più rapide, anche se le aziende appartenenti al particolare settore del social lending non mancano. Stiamo parlando di una serie di siti Internet che richiedono soltanto la registrazione e l’inserimento di alcuni dati personali, per poi garantire prestiti virtuali. In questo modo, l’accessibilità ad un finanziamento supera diversi ostacoli che si verificherebbero quando si è a stretto contatto con banche fisiche e online. Le società intermediarie risultano utili perché garantiscono il massimo della privacy a debitori e creditori, oltre ad un alto grado di flessibilità e, soprattutto, sicurezza.

Ma ora torniamo a parlare del fattore puramente economico. Coloro che scelgono di intraprendere la via dei prestiti tra privati coincidono generalmente con le persone che, per svariati motivi, non ottengono la tanto agognata accessibilità ad un finanziamento bancario. Ma i vantaggi non terminano qui e si vanno ad inquadrare in un discorso ben più ad ampio raggio. Prima di tutto, l’intera transazione può essere effettuata sul web, saltando così una lunga serie di beghe burocratiche che possono crearsi in qualsiasi momento. Di conseguenza, la somma di denaro richiesta viene ottenuta con grande velocità, fornendo soltanto poche informazioni personali. Altri due aspetti che possono far propendere per tale scelta riguardano la netta riduzione dei tassi di interesse. In media, sia il TAN che il TAEG risultano nettamente inferiori rispetto ad un prestito fisico. Al tempo stesso, bisogna prestare attenzione alle eventuali commissioni che possono far comunque lievitare la cifra. Questo fattore è determinato dalla classe di appartenenza di rischio nella quale l’utente viene inquadrato.

Eppure, c’è chi ha tutta l’intenzione di aggirare qualsiasi ostacolo e rendere il prestito tra privati un’occasione di puro risparmio. Ad esempio, la possibile assenza di intermediari può fare in modo che le spese in eccesse siano totalmente eliminate. Niente più interessi, dunque, ma soltanto uno scambio tra due persone fisiche che godono di un rapporto di fiducia reciproca, magari rafforzato da una conoscenza che va avanti da diversi anni. Nonostante ciò, sarebbe preferibile mettere sempre tutto nero su bianco e compilare un modello predefinito, sul quale annotare tutti i termini di ciascun contratto. Si sa, purtroppo la truffa può essere sempre dietro l’angolo e i casi di contenziosi legali derivanti dai motivi più banali sono all’ordine del giorno, col rischio di porre fine ad amicizie durature per ragioni economiche.

Infine, un ulteriore buon esempio di prestito tra privati può essere rappresentato dall’opportunità di utilizzare le cambiali. Queste ultime corrispondono ad una forma di finanziamento grazie alla quale il creditore può entrare in possesso di un titolo esecutivo. In pratica, chi deve prestare la somma di denaro assume il diritto di soddisfare le proprie prete con maggiore facilità e rapidità. Si tratta di una misura valida soprattutto nel caso in cui il richiedente non riesca ad assolvere i propri oneri economici nell’arco di tempo prestabilito, e quindi non sia in grado di pagare le scadenze per una qualsiasi causa.

In generale, il mondo dei prestiti tra privati è davvero ampio e variegato. Per rendere la situazione ancora più garantita, non bisogna fare altro che chiedere aiuto ad una società di intermediazione, disponibile sul web e in grado di rendere l’operazione molto più sicura.

Come prendere un prestito online

La tecnologia è diventata una parte integrante nella nostra vita. Tablet, computer, smartphone e iPad sono ormai strumenti imprescindibili che usiamo quotidianamente. Anche le banche da diversi anni hanno aperto le porte alla tecnologia, infatti sempre più operazioni come bonifici, assegni e trasferimenti di denaro si svolgono tramite il web, la nuova frontiera per tutti i settori. Questo ci porta ad una domanda: i prestiti online sono affidabili? Domanda legittima, considerando che quando si mette in circolo denaro su Internet è lecito avere un po’ di paura. Da questo punto di vista però l’Italia è un po’ indietro, poiché in molti paesi esteri chiedere prestiti online è una pratica ormai molto diffusa. La colpa non è tanto degli utenti, che giustamente vogliono tutelare i loro investimenti, quanto piuttosto degli istituti bancari che non hanno adottato la giusta comunicazione per spiegare dettagliatamente la dinamica dei prestiti online. Le cose ultimamente però stanno cambiando, ed anche nel nostro paese la richiesta di prestiti online si sta diffondendo sempre di più.

Dopo questa premessa è possibile rispondere alla precedente domanda: ebbene sì, i prestiti online sono affidabili. Gli istituti di credito che erogano prestiti tramite il web sono controllati da banche e società ormai affermate e riconosciute, che a loro volta lavorano sotto lo stretto controllo degli organi preposti, che hanno delle regole molto rigide e stringenti. I dati personali e quelli dei propri conti correnti sono tutelati da sistemi pressoché inattaccabili, al fine di garantire la massima privacytrasparenza durante l’erogazione dei prestiti. I diversi istituti che erogano prestiti online hanno anche una o più sedi fisiche sul territorio, cosa che ovviamente infonde una maggiore sicurezza ed affidabilità nel cliente.

Oltre ad essere affidabili i prestiti online sono anche più vantaggiosi, poiché presentano dei tassi di interesse più bassi rispetto alle filiali fisiche. Il motivo è da ricercare nel fatto che le finanziarie online, non avendo costi di gestione particolarmente elevati, possono applicare dei tassi di interesse più bassi a tutto vantaggio per il cliente. Inoltre si può richiedere un prestito online seduti comodamente sul divano del proprio salotto, mentre per chiedere un prestito in banca bisogna aspettare lunghe file senza la sicurezza di ottenere il finanziamento desiderato.

Per verificare l’affidabilità di una finanziaria online è comunque possibile svolgere alcune azioni di controllo per andare sul sicuro. Innanzitutto nella proposta di prestito deve essere presente un link che rimandi all’informativa sulle specifiche del prestito. É quindi opportuno controllare minuziosamente tutti i dettagli del finanziamento per evitare brutte sorprese. Inoltre è consigliabile verificare che siano presenti tutti i contatti dell’istituto di credito, compresa una sede fisica dove eventualmente recarsi di persona per togliersi ogni dubbio. Infine non bisogna farsi attrarre da offerte a prezzi stracciati, poiché dietro potrebbe celarsi una truffa. Se da una parte è vero che le finanziarie online offrono dei tassi di interesse più bassi e delle condizioni più vantaggiose, è anche vero che le proposte di finanziamento debbano essere in linea con le condizioni attuali di mercato. Se si trova un’offerta surreale è opportuno approfondire meglio la proposta di prestito, indagando anche sull’istituto di credito che lo propone.

Differenze tra prestiti online e prestiti offline

Richiedere un prestito è una pratica molto diffusa ormai da tempo per il mutuo della casa, per il finanziamento auto o semplicemente per affrontare una spesa improvvisa in famiglia. Fino a qualche anno fa per chiedere un prestito c’era un solo modo: andare presso la propria banca ed informarsi sulla possibilità di ricevere un finanziamento. Oggi le cose sono ormai cambiate, poiché oltre ai prestiti fisici (cioè quelli offline) è possibile chiedere anche prestiti online direttamente sul web. Quali sono le differenze tra prestiti online e prestiti offline? Naturalmente ci sono i pro ed i contro, tuttavia facendo i debiti paragoni possiamo affermare che l’ago della bilancia pende sicuramente a favore dei prestiti online.

I prestiti online innanzitutto hanno un vantaggio di tipo pratico: standosene comodamente seduti a casa propria è possibile richiedere un prestito, analizzando con calma i tassi di interesse, il TAEG, le condizioni e tutte le altre informazioni necessarie. Inoltre grazie ai diversi siti comparatori presenti sul web, con qualche clic ed in pochi secondi è possibile ottenere in tempo reale il prestito più vantaggioso in base alle proprie esigenze ed alle proprie necessità. É come fare un giro virtuale tra tutte le banche per controllare il prestito migliore, senza muoversi di un solo metro. In questo modo si eviteranno anche file e resse alla banca, risparmiando tempo, fatica e l’eventuale delusione di un rifiuto da parte del proprio istituto bancario.

Altro aspetto da non sottovalutare è il grande vantaggio economico garantito dai prestiti online. A differenze delle banche, le finanziarie che erogano prestiti online non hanno le stesse spese di gestione degli istituti fisici, come cancelleria, illuminazione, gas, dipendenti, ecc. In questo modo gli istituti online possono tagliare molte spese, offrendo così ai propri clienti prestiti decisamente più vantaggiosi con tassi di interesse molto più bassi. Si calcola in media che i prestiti online hanno un tasso di interesse minore del 2% rispetto ai prestiti offline, un risparmio davvero considerevole soprattutto se in ballo ci sono diversi soldi.

Nelle banche fisiche non è possibile effettuare un raffronto immediato tra le varie proposte di prestito, quindi è probabile che il cliente accetti il primo finanziamento proposto. Sul web invece il confronto è immediato ed aumenta la concorrenza, quindi gli istituti online per accaparrarsi i clienti tendono ad offrire proposte più vantaggiose rispetto ai loro competitor, cosa che naturalmente va a tutto vantaggio dell’utente.

Non bisogna però dimenticare una cosa, che i prestiti erogati dalle banche offline vengono gestiti da persone fisiche, che possono seguire e consigliare il cliente nella scelta del finanziamento più indicato per le proprie esigenze e necessità. Diversamente sul web non c’è una persona fisica che segue il cliente, il quale in un certo senso è solo nella scelta del prestito migliore. Un problema che però è facilmente risolvibile, basta tenere gli occhi bene aperti, informarsi un po’ e soprattutto leggere sempre e comunque tutte le condizioni di un prestito prima di sottoscriverlo. In questo modo si potrà risparmiare parecchio, senza fatica, senza stress ed evitando le brutte sorprese che purtroppo si celano nel web.

Posted in Economia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *