L’importanza di controlli non distruttivi

Cosa sono i controlli non distruttivi

I controlli non distruttivi sono esami di laboratorio, prove e rilievi svolti su materiali o prodotti industriali per testarne la qualità ed evidenziarne eventuali difetti. Si tratta di test che si possono svolgere, come dice il nome stesso, senza asportare campioni di materiale o danneggiare la struttura e la funzionalità del prodotto in esame. In questo modo è possibile analizzare un prodotto finito senza comprometterne la funzionalità. I controlli non distruttivi si applicano a prodotti particolarmente delicati e di importanza critica. Fra di essi vi sono i componenti automobilistici e aeronautici, le travi per l’edilizia e il materiale di sostegno. Controlli a campione si possono realizzare anche su un’altra ampia gamma di prodotti diversi, al fine di certificarne la qualità.

Come avviene un controllo non distruttivo

A seconda del prodotto da utilizzare e del materiale con cui è costituito esistono numerosi metodi per operare dei controlli non distruttivi. Controlli radiografici o magnetoscopici permettono ad esempio di identificare eventuali problemi nella fabbricazione di prodotti, come travi edili di sostegno, dove il minimo difetto potrebbe rivelarsi problematico. Nelle travi, ad esempio, una piccola crepa potrebbe ampliarsi e ramificarsi nel corso del tempo, portando a rendere instabile l’intera struttura. Controlli non distruttivi avvengono anche sulle strutture di cemento armato per testarne la solidità e la sicurezza, dopo che queste sono state messe in opera ma prima del completamento della struttura. In questo modo è possibile, ove necessario, intervenire tempestivamente.

Controlli non distruttivi con liquidi penetranti e a ultrasuoni

Alcuni tipi di controlli non distruttivi si realizzano con liquidi penetranti. Questi si utilizzano per evidenziare difetti superficiali, come crepe o pori in ua struttura. Il liquido che si deposita negli anfratti e nelle crepe permette infatti di mettere in risalto anche i difetti non visibili a occhio nudo. Il metodo ultrasonico si utilizza invece per rilevare difetti in oggetti di metallo. Questo metodo è utilizzato ad esempio per realizzare controlli non invasivi sulle rotaie ferroviarie e per verificare la tenuta delle saldature. Nel settore dei controlli non distruttivi operano numerose aziende, come la Centrotest di Terni (www.centrotest.com). Queste aziende si avvalgono generalmente di incaricati e mezzi per le ispezioni e i controlli in loco su cantieri, aree in manutenzione e presso i reparti produzione delle aziende che producono materiali e dispositivi da testare.

Posted in Azienda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *